1754-2012

Il piccolo palazzo Citterio (via Brera 12-14) già Furstenberg, poi Rosenberg Colorni, risale al 1764, ma ha subito cambiamenti nell’ottocento, ricostruzioni e aggiunte dopo la seconda guerra mondiale. Fu acquistato dallo stato nel 1972 poiché, grazie alla continuità spaziale fra il palazzo di Brera e quello Citterio attraverso il giardino di quest’ultimo e l’orto botanico si presentava come il candidato ideale per risolvere i problemi di spazio della Pinacoteca di Brera e dei suoi uffici. Tra l’altro nelle sale di palazzo Citterio era esposta la famosa collezione di Emilio Jesi. Da allora si sono succeduti diversi progetti per il suo recupero.
1975 Ortelli, Sianesi e Sambonet mettono mano a un primo progetto (Brera 1) mai realizzato e divenuto poi Brera 2.
1977-1984 morte di Russoli, soprintendente di Brera che aveva fortemente sostenuto il recupero del palazzo. Il successore, Carlo Bertelli, ne porta avanti l’idea che Palazzo Citterio dovesse diventare la sezione moderna e contemporanea della Pinacoteca di Brera. I lavori non si conclusero.
1989-2001 progetto affidato a Stirling Wilford Architects (dopo la morte di James Stirling, 1992, elaborarono il progetto strutturale gli studi Ove Arup e Sajni e Zambetti) commissionato dall’Associazione “Amici di Brera” e finanziato dalla Fondazione San Paolo di Torino grazie a una convenzione con il Ministro per i beni culturali e ambientali Antonino Gullotti (1986). Fu anch’esso realizzato solo in parte.
2005-2009 progetto della Soprintendente Mia Fiorio e dell’architetto Alberico Barbiano di Belgiojoso, fondamento della gara europea di progettazione indetta dalla Direzione Regionale per i beni culturali e paesaggistici della Lombardia con fondi Mibac vinta dallo studio di Mario Bellini (2009).

Attualmente è conclusa la progettazione definitiva. In armonia con gli accordi allora vigenti non prende in considerazione Citterio, per il quale è agli atti una progettazione preliminare dell’arch. Guido Licciardi con destinazione d’uso all’Accademia.

MAPPA DEL SITO

Caserme Magenta e Carroccio

Links e download

Contatti

Canale YouTube

Privacy Policy
Web Design: VIVA! | Logo design: Leo Guerra